Ne I Segreti di Roma Corrado Augias scrive che “fra tutte le più grandi città del mondo antico, Ninive, Babilonia, Alessandria, Tiro, Atene, Cartagine, Antiochia, Roma è la sola che abbia continuato ininterrottamente ad esistere, mai ridotta a villaggio semiabbandonato …”.

L’antichità di Roma si rivela in molti aspetti che risalgono alle epoche precristiane (cosiddette pagane), pur essendo essa il centro del cattolicesimo.
A Roma succede che le colonne di una chiesa provengano da un tempio di Venere, o che l’androne di un palazzo construito nel 1909 – annota Augias – sia sostenuto da un contrafforte del circo di Nerone.

Il carattere dei romani veri, quelli cosiddetti di sette generazioni, è spesso crasso, scanzonato, saggio e arguto. Il grande attore Aldo Fabrizi ne è un magnifico esempio, direi. Tale carattere sa di antico e di idee morali che vanno oltre la civiltà di Cristo.

Questo mix di cristiano e precristiano a Roma è palpabile. I film di Fellini (Roma soprattutto, ma anche altri) ce ne danno un’immagine spesso caricaturale ma eloquente: la scena della prostituta matura nel film Roma che sembra incarnare una storia di millenni, sofferta ma possente, o, nello stesso film, la famosa sfilata di moda ecclesiastica, grottesca, surreale ma rivelatrice.

Tornando ad Augias (p. 11) Emile Zola nel romanzo Roma si chiede se le figure ideali di Raffaello non facessero in fondo balenare sotto il casto velo della Vergine le carni divine e desiderabili di Venere, o quelle possenti di Michelangelo la natura degli dei dell’Olimpo più che del Dio degli ebrei. “Era mai stata davvero cristiana Roma – scrive Zola – dopo l’età primitiva delle catacombe?”

Come scrivevo nel mio vecchio blog, anche il ruolo precristiano di governo delle genti sopravvive. La Roma imperiale resuscita nella Roma cattolica, governatrice non più delle nazioni ma delle menti e dello spirito degli uomini.

Ψ

Un brano successivo riprende alcuni di questi temi e li amplia.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s