Sledpress Sixteen Tons nel suo studio, Virginia del Nord, compagna di mille scorribande virtuali (credits)

Questo post vuole celebrare Sledpress, una feconda dialogatrice (e scrittrice) nel gruppo di persone della blogosfera in inglese.

Sled non si dà arie, è colta, competente. Diciamo che ha pure un brutto carattere. E’ per questo forse che ci frequentiamo.

Ora Sled, che ha sufficientemente sangue celtico nelle vene, è una rossa (o roscia) a cui piacciono i gatti e ha molti amici che li amano pure. Non sarà mica una strega?

Perché vedete, le streghe sono molto popolari oggi, non sto scherzando, e capiscono guarda caso anche le lingue antiche.

Tempo fa ho udito delle parole (1) uscire dalla sua stanza. Una voce maschile, misteriosa, come d’altri tempi:

Hey Sled, tibi gratias ago!
Res mira, res mira Sledpressa domna!
Plane nobis Fortuna bona!
Modo omnia evenire possunt …. modo omnia evenire possunt …

Era un inganno. L’uomo stava ora uscendo dalla stanza e si avvicinava lentamente brandendo un gladio romano istoriato e dall’impugnatura scarlatta.

Ma lei lo “percepisce” con la coda dell’occhio, si gira di scatto e lo stende con un pugno violentissimo sul naso.

Perché vedete, Sledpress, oltre alle doti di cui sopra, è anche una culturista. La T-shirt dice:

“E’ mezzanotte.
Sapete dove si trova
il vostro muscolo piriforme?”

____
(1) “Hey Sled, grazie grazie!! Una cosa meravigliosa, una cosa meravigliosa, Signora Spedpressa!! E’ chiaro che la Fortuna è con noi!! Ora tutto può succedere … tutto può succedere …”

E infatti è successo 😉

10 pensieri su “Sledpress, la strega

  1. Alla tua amica strega è riuscito quanto non riuscì a Cesare. Siamo sicuri che la voce dell’uomo e la mano che brandiva il gladio non appartenesse a Decimo Bruto?
    A primo acchito una strega per amica farebbe pensare ad un’amicizia pericolosa ma pensandoci bene, visto anche la prontezza di riflessi (sicuramente una forza paranormale), può essere un’amicizia piuttosto utile.

    Piace a 1 persona

    1. E’ un’amicizia prima pericolosa, poi utile 😉 Beh, ha incarnato la parte di una strega celtica in un mio romanzo appena abbozzato, i cui personaggi erano tutti i blogger inglesi e americani della blogosfera di allora. Manius Papirius Lentulus (Maxumus) è un legionario romano rimasto in Britannia dopo che le legioni se ne sono andate. Là in una foresta, nella brughiera ecc. incontra una donna dai capelli rossi. E’ una strega. Si attaccano a vicenda. Manius è addestratissimo, come tutti i soldati romani, ma lei …
      Non sciupo, forse pubblicherò qualcosa qui, per quel che vale.
      Grazie di essere tornato, Luca. G

      Piace a 1 persona

      1. Storia intrigante. Secondo me tra i due scoppia l’amore 😄
        Sarà bello poi leggere il racconto di questo legionario che decide di rimanere in Britannia, in una terra in quel tempo sicuramente selvaggia.
        Un saluto Giovanni

        Mi piace

  2. Giovanni, complimenti per questa tua amicizia virtuale, addirittura con una ” strega! ” 🙂 e deve essere anche brava visto il tuo entusiasmo! La curiosità sarebbe quella di scoprire qual è stato l’incantesimo che ha funzionato…. ma so che certi filtri, formule magiche non vanno svelati, quindi non mi resta che starmene buona buona ( e mica voglio essere tramutata…che so in una gatta…. ) e godermi il tuo entusiasmo 😉

    Piace a 1 persona

    1. Ah ah ah, mi hai fatto ridere, Vitty, grazie. E il filmato di Maga Maghella? Troppo meraviglioso, come ciò che sempre viene da te (non te lo devo dire troppo sennò si sciupa il rapporto, è vero, lo penso).

      Sledpress è una persona sui generis, con una cultura profonda anche se stravagante e una semplicità che la fa ammirare. Vive facendo massaggi mirati alle varie patologie, è persona seria ma di animo temperamentale (vedi qui come si arrabbia con la questione del perdono dei protestanti e dei cattolici), il che incontra aspetti della mia bizzarria.

      Come ho detto a Luca, sopra, Sledpress ha incarnato la parte di una strega britannica nel mio romanzo mai scritto i cui i commentatori inglesi e americani del blog in inglese Man of Roma incarnavano i vari personaggi. Avevo aperto un blog apposta per il racconto dove scrivevo capitolo per capitolo (in inglese, una faticaccia! Per non parlare delle ricerche storiche che ho dovuto fare) e loro ricommentavano anche nel nuovo blog, suggerivano sviluppi, un grande spasso!. Poi, naturalmente, introducevo amori tra i personaggi (senza amore che romanzo è!), che a volte, questi amori, creavano strane situazioni perché italiani e anglo-sassoni hanno un atteggiamento del tutto diverso riguardo a sesso: loro ne fanno più di noi, credo, ma sono puritani al riguardo: una cosa curiosa e estremamente interessante, che ha creato qualche imbarazzo, poi superatissimo, tra i miei lettori.

      I protagonisti del racconto erano due, in due diverse dimensioni temporali (non avevo ancora trovato una teoria della fisica – multiversi ecc. – che fosse, rendesse plausibile l’incontro dei due personaggi ….)
      Essi sono:
      1) Manius Papirius Lentulus (Maxumus), che vive nell’antica Britannia nel 500 d.C, e
      2) Massimo Giordano, che vive al giorno d’oggi e che è un mio alter-ego (come lo è Manius Maxumus).

      Massimo Giordano vive al quartiere Monti a Roma, in un appartamento sopra La Piazzetta (a Madonna de’ Monti), dove incontra una rossa, Deirdre: alcune puntate le ho pubblicate qui. Non so ancora se è Sled, forse no forse sì.

      Manius Papirius vive isolato nell’East Anglia, regione britannica con foreste e paludi al suo tempo, dentro una torre diroccata riadattata e circondato dai barbari Anglo-Sassoni (che hanno soggiogato i Celti romanizzati e parlanti latino, è la storia, non ci sono santi) ed è un legionario di Roma rimasto in Britannia dopo che le legioni se ne sono andate nel 410 d.C..

      Là in una foresta, nella palude, nella brughiera ecc. incontra più volte una creatura sfuggente, bellissima e dai capelli rossi. E’ una strega (=Sled, la lottatrice). Si attaccano a vicenda. Manius è addestratissimo, come tutti i soldati romani, in più è un pitagorico, quindi un atleta come Milone ma lei … poi si amano, poi Manius e lei vanno con altri, poi alla fine entrambi trovano un grande amore ecc. ecc. e così il resto dell’allegra compagnia di blogger, alcuni giovani, ma altri anziani che si divertivano molto a tornare nel fiore dell’età.

      La scena del post ritorna a quell’invenzione ma è stemporanea, non è tratta dal romanzo.

      Ti auguro una buona notte. E’ sempre un piacere averti qui, dolcissima VItty.

      PS
      Ma che Mary è arrabbiata con me? Ora proverò a ribloggare il suo post sulla nonna, che mi è piaciuto moltissimo

      Piace a 1 persona

  3. Nononono!!! Dille dille le cose piacevoli su di me! fanno tanto bene al cuore!! E non si sciupa per niente il rapporto…parola di Vitty! 🙂

    La tua fantasia è fervidissima!!! Mi inchino a questa esuberanza letteraria. Immagino quando insegnavi quanto dovevi essere amato dai tuoi alunni ; quanto sarai riuscito ad appassionarli alla storia e a tutto quello che concerne lo sviluppo della fantasia.

    Permettimi di dirtelo….che splendida persona sei!!

    In quanto a Mary, perchè mai dovrebbe avercela con te? Magari in questo periodo ha le nipotine ed è tutta presa da loro! Poi se ha i problemi della mamma, tempo per il blog, ne avrà davvero poco! No, Giovanni, non ci pensare neppure! Con lei capitano dei momenti in cui è meno presente!!

    Ciao magico scrittore! Un abbraccio, dalla Vitty incantata 🙂

    Piace a 1 persona

  4. Dev’essere una storia bellissima Giovanni! Mi piacciono le streghe… quelle buone però!

    Leggo solo adesso che ho un po’ di tempo per me e cerco di rispondere agli amici.

    Non sono affatto arrabbiata con te e Vitty ha centrato in pieno il problema. Ci sono dei periodi in cui non ho proprio il tempo materiale per dedicarmi alla scrittura, anche se mi manca molto. Ultimamente poi mi sto dedicando alla pittura per una mostra che farò a dicembre. Ho parecchi lavori da completare.

    Ciao carissimo e a rileggerci a presto.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...