Il sacro Tevere, con le nuvole che incombono

Ecco un’improvvisazione musicale (da me eseguita all’inizio degli anni ’90) che sconfessa in qualche modo lo stereotipo che gli Italiani siano sempre felici.

Non lo sono affatto, almeno adesso.

Lo scopo di questa musica era vendere una colonna sonora (che non ho venduto). Non so se il pezzo ha vita indipendente.

Ma certo, pesa (1), lo è.

Ψ

Ero più giovane quando mi divertivo a orchestrare con il mio sintetizzatore Korg 01/W e gli splendidi Protei 1 & 2, e mi mancano terribilmente quei giorni.

Soprattutto mi manca la gioia pura, selvaggia, del suonare un organo infinito dove puoi scegliere migliaia di suoni al momento (reali ma anche immaginari).

Una gioia difficile da descrivere.

Ψ

Non credo nell’improvvisazione (soprattutto di chi come me è carente in contrappunto) anche se stimo chi improvvisa bene, con sapienza. In genere il suonare estemporaneo non porta a molto, fu un mito del ’68. Il passato è un’altra cosa (qui dico il contrario).

Ψ

Tornando all’autunno, e alle nuvole che incombono (sull’Italia e non solo), non suono più il piano o le tastiere.

Ψ

Anche questo è autunnale.


Nota 1. Peso (toscano) = pesante
Nota 2. La musica sopra e molte parti del blog The Notebook sono copyrighted SIAE.

13 thoughts on “Non è l’Italia il paese del sole? No. La notte ci sovrasta

  1. Ma quanto è bella la musica che hai scritto!!! Piano piano entra nell’anima e la porta per aria! Sei stato bravissimo ! Devi essere orgoglioso invece di sentirti triste. E la tastiera è sempre lì, quella non è cambiata, ti aspetta! Pensa a quante cose puoi fare ora che hai più tempo!!

    L’autunno, se si guarda con occhio positivo, è una stagione molto generosa. Io amo molto questa stagione. Sa di intimità, di casa, di caminetto, di calore affettivo. In più c’è Sofia! Quando ti senti giù, devi pensare a lei. Prendi e vai a trovarla. Ora sarà cresciuta, chissà quanti sorrisi ti farà!!!

    Ciao amico carisssimo, nella foto del blog, hai un sorriso dolce. Non può che nascerti dal cuore.

    Che ne diresti di una bella canzone autunnale?

    Liked by 1 person

    1. Ma che meraviglia Vitty! Una delle dolci colonne sonore dei miei, nostri primi anni ’80, di noi coppia giovane a 30 anni!

      In genere sono gli uomini che addolciscono le donne con le canzoni. Qui hai creato il contrario. Di lì a pochi anni sarebbe nata Carolina, e poi Elena. E ora c’è Sofia. La vita si rinnova sempre, no?

      Il mio amico Gianvi, l’aretino, ha detto qualche ora fa al telefono che i pisani non gli piacciono, ma i livornesi moltissimo. Gli ho parlato di te, ovviamente.

      Partiamo tra non molti gg, a fare i babysitter. Sarà bello. E poi, riprendo certo le tastiere, e soprattutto, l’amata chitarra, le cui corde si carezzano con le dita, molto diversa dal piano o da una tastiera. C’è più tempo. Grazie della tua presenza. G

      Liked by 1 person

  2. Sapevo che ti sarebbe piaciuta queslla canzone! Vedi che belle cose porta l’autunno… e che meraviglia di ricordi ho suscitato! La nascita delle tue figlie, Carolina ed Elena. Fra l’altro hanno dei nomi molto dolci, non si può non sentire subito della tenerezza per loro! E che dire della piccola Sofia, un vero miracolo della vita che si rinnova e porta a guardare il mondo con occhi nuovi.

    Ho piacere sapere che andrete a fare i babysitter. Stare con la piccina scaccerà ogni brutto pensiero e ti darà una nuova energia. I tuoi strumenti sono avvertiti… quando tornerai, dovranno mettersi al lavoro con te!!!!

    Ahahahahah!!! Il tuo amico Gianvi sì che se ne intende…. 🙂

    Nooo, scherzo, anche i pisani sono simpatici. Non riesco ad averli in antipatia. Giuro, nel mio cuore non c’è posto per le cose antipatiche…

    Ciao amico simpaticone!! 🙂

    Like

  3. Buongiorno Giovanni …
    Belle composizione che la tua 😊
    Riprendi presto la musica allora se ti manca tanto , fa bene al cuore, ma lo sai
    Buone vacanze allora con i nipotini , i bambini danno sempre allégria
    Ciao 😘

    Like

    1. Ciao Juliette Cherie. Grazie, sei troppo gentile. Solo le divagazioni di un dilettante. Ma, mi manca tanto, è vero. Grazie 🙏 della visita.
      Bisous

      Like

  4. This was a beautiful piece. Played it again and again and I can envision the evening setting in and clouds moving in for the advent of rain.

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s