Taj Mahal, Agra, India

Le civiltà non sono mortali. India and China

I primi commenti del blog sono venuti da Indiani dell’India. Ne siamo felici. L’India è fascinosa e, come abbiamo detto nell’introduzione, desideravamo una comunicazione più ampia. Avevamo però preparato un post su Roma e Cartagine e sulla permanenza degli elementi delle civiltà. La stessa cosa vale naturalmente anche per la Cina e l’India, sempre appaiate perché antichissime, di enorme successo economico e di enormi dimensioni, anche solo nella popolazione – 2,5 miliardi di individui, un complesso impressionante ormai chiamato Cindia. Ci trovavamo però a corto di materiale su questi giganti, mentre c’era il desiderio di parlarne sia per l’interesse della materia sia come ringraziamento del fatto che gli indiani sono quasi gli unici ad essersi accorti del mio blog (forse anche perché non l’abbiamo pubblicizzato, o semplicemente perché è palloso).

Copio quindi qui alcuni scambi di idee con Ashish, un tizio incredibile con un blog stupendo, e con Ishmeet.

Emblem of India

Ishmeet ultimamente ha dei problemi con una ragazza, verso cui è attratto ma non riesce a parlarle. Dice sempre di essere chiuso e solo. Il fatto di essere intelligentissimo certo non lo aiuta, anzi. Lui la vede, i piedi gli si gelano e si paralizza. “Penso troppo” dice.

ManofRoma:
“(Riassunto) Credo dovresti farti forza. Anche a me alla tua età successe una cosa del genere. Non osai parlarle, e lei si mise con un altro più grande e coraggioso di me. E’ stata una ferita che mi sono portato dentro per diversi anni”.

Ishmeet:
“(Riassunto) Credo tu abbia ragione. Non è che sono proprio un solitario. Mi apro, ma c’è una riservatezza che non riesco a rimuovere. Con le ragazze cerco di fare sforzi ma credo che sia colpa della scuola: ci ha fatto credere che a 13 anni i maschi e le femmine fossero due cose separate. Ma mi sforzerò e tra qualche giorno le parlerò. Grazie di tutto, amico!”

ManofRoma:
(Riassunto) Scusa se faccio il vecchio rompiballe ma io credo che ogni cosa positiva (diminuzione della timidezza, apertura agli altri, dialogo con le ragazze ecc.) sia raggiungibile con l’esercizio, perché l’esercizio crea l’abitudine, qualsiasi abitudine. L’abitudine (dal dizionario Webster online) “è un modello di comportamento acquisito dalla frequente ripetizione”. Per cui per me dobbiamo solo allenarci ad acquisire le buone abitudini che ci fanno vivere meglio, e disallenarci gradatamente in quelle cose che ci fanno vivere peggio (bere pesantemente, giocare d’azzardo, fumare, oppure rimanere paralizzati davanti a una che ci piace). Facile a dirsi ma non a farsi, lo so molto bene. Ma posso dirti che funziona. E’ dura, ma funziona. Dopo quella prima sconfitta che per me fu tremenda cominciai a lavorare sulla timidezza. E’ per questo che posso dirti che funziona. Sii dunque tenace, esercitati, anche solo una volta al giorno, a fare quelle cose che non sai/puoi fare. La volontà + l’intelligenza (che hai a mucchi, mi sembra) può fare meraviglie. Ma la troppa intelligenza senza il controllo può invece creare problemi (e, speriamo di no, nevrosi). Cerca di APRITI, 1-2 volte al giorno, o magari una volta sola, con la famiglia, gli amici, e naturalmente con ragazze, fondamentali per essere felici …”

Emblem of India

Ashish:
“Non ho molta familiarità con le divinità romane pre-cristiane, ma credo che Venere sia Afrodite. Conosco meglio i nomi greci … la leggenda dice che Roma fu fondata da due fratelli – Romolo e Remo – allattati da una lupa. E’ la prima immagine che hai nella pagina, vero? Se ci sediamo a scrivere tutti gli eventi e le persone germinate dall’Italia, un libro di mille pagine non basterebbe! Qualcosa che vien detto anche della mia terra …lol (risata, Laugh-Out-Loud)!”

ManofRoma:
(Riassunto) Caro Ashish, complimenti intanto per il bel blog. Pieno di humour, esilarante. La vecchia generazione ha bisogno dello spirito nuovo dei giovani o si popola di mummie (bellissimo quel collegamento al tuo “Interestin’ thing’s goin’ on!” e i link a cui rimanda, come quello sugli USA che hanno bisogno di AIUTO: mi sono veramente piegato in due, sul serio!).

Sì, Venere corrisponde più o meno ad Afrodite, e di solito parliamo di civiltà greco-romana, anche se i Romani all’inizio erano dei barbari rispetto ai Greci, loro vicini perché la Grecia aveva fondato colonie a due passi da Roma …

Quanto allo spessore del libro, beh, chi lo sa, forse un libro di mille pagine non basterebbe per l’Italia. Ma per l’India? Un libro di 2000, o anche 2500 pagine, basterebbe? La civiltà dei Veda è cominciata nel 1700 prima di Cristo, sbaglio? E le civiltà della valle dell’Indo anche prima, no? Devo un po’ rinfrescare queste cose, avendo passato troppo tempo con le reti di computer. Ma so che Roma fu fondata nel 753 avanti Cristo, secondo la leggenda, e che l’archeologia conferma grosso modo il periodo. Ok, Greci ed Etruschi nostri parenti erano più antichi ma ciò nondimeno resta la differenza d’antichità. Quindi non è sbagliato dire che siamo stati barbari anche nei vostri confronti.

E’ però legittimo affermare che sia noi che voi siamo popoli antichi rispetto per esempio agli Anglosassoni, che comunque ammiro perché hanno avuto molto successo e sembrano possedere alcune delle qualità romane che non abbiamo più (o per caso o per il domino romano dell’Inghilterra durato 400 anni, un periodo certo più lungo della durata dell’Impero Britannico).

In Occidente siamo così ignoranti da dimenticarci delle altre civiltà, mentre dovremmo essere più umili e più aperti.

Ma la cosa che più mi colpisce è quanta gente, sia in Europa che in America, sia sorpresa dell’improvviso successo economico dell’India e della Cina. In fondo siete stati al top del mondo nella scienza, nella filosofia, nella tecnologia e nella ricchezza per …1000 anni? Per 2000 anni? Di più? Devo controllare, anche se qualche secolo in più o in meno non fa differenza.

Bombay Stock Exchange

Certo siete andati giù per 200 (250?) anni in seguito alla rivoluzione industriale inglese che ha aiutato gli anglosassoni (e le nazioni da essi create) a conquistare la supremazia nel mondo. Ma cosa sono anche 250 anni? Solo 10 geneazioni, se consideriamo una generazione 25 anni. Certamente un periodo assai breve.

La realtà deprimente è che troppa gente qui in Occidente si preoccupa più di quanto stia ingrassando Britney Spears e non sa un cazzo di nulla.
No, io credo veramente che TUTTI noi occidentali, non solo gli Statunitensi, abbiamo bisogno di AIUTO. di TANTO AIUTO.

PS
E l’Europa sta peggio dell’America, che avrà fatto il grande sbaglio della guerra in Irak ma non declinerà tanto facilmente.

Man of Roma

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s