Il 25 aprile, la festa della discordia

Secondo i filosofi della storia ci vogliono almeno 100 anni perché un fatto rientri in un giudizio e in una storiografia imparziali (udito stamattina su Prima Pagina, Radio 3).

Se questo è vero, la festa del 25 aprile, e la liberazione da questa commemorata, cioè l’insurrezione generale avvenuta in Italia del Nord il 25 aprile 1945 contro i nazisti e i fascisti, non possono ancora essere giudicate con imparzialità, anche perché detta liberazione avvenne dopo una guerra fratricida che vide italiani contro italiani.